Immagine tratta dal Documentario "Bonaviri ritratto" - regia di Massimiliano Perrotta
Immagine tratta dal Documentario "Bonaviri ritratto" - regia di Massimiliano Perrotta

.../Come altre volte ho detto, Mineo, il mio paese, in provincia di Catania, ha sempre favorito la nascita di poeti e pensatori tra contadini e artigiani: per tradizione, per clima, aure, venti, fasce elettromagnetiche terrestri, lunari, solari, metabolizzati per fantasiose sprirali di acidi desossiribonucleici. Mio padre, che fece il sarto sino a trentasei anni, scriveva, con un segreto pudore tutto suo, poesie da me raccolte nel volumetto "L'arcano"./...

 

Giuseppe Bonaviri, Follia, Società di Storia Patria per la Sicilia Orientale, Catania, 1976

 

 

Camuti- Pietra della poesia
Camuti- Pietra della poesia

.../Comunque, in agosto, secondo un calendario ben preciso, da ogni parte della Sicilia, vuoi dai vicinissimi monti Erei, o dagli Iblei, o dalle Madonie, o dai paesi immersi in canaloni e crepacci, o, ancora, da borgate lungo il mare, venivano a Mineo tanti poeti dialettali per riunirsi sull'altopiano pietroso di Camuti, attorno al masso della poesia: lì vicino si dece, il poeta Paolo Maura, morto a Mineo nel 1711 si costruì una casetta. Pareva si rinovellasse il mito delle religioni del sottosuolo, come in Grecia, a Delfi, o a Dodona mormorante di querce./...

 

Giuseppe Bonaviri, L'incominciamento- I poeti, Sellerio, Palermo, 1982.